Posted on January 20, 2014 by PB

Nell’estate del 2013 sono entrati in vigore i regolamenti tecnici dell’Unione Doganale in materia di sicurezza alimentare che hanno modificato ed unificato le modalità di attestazione della conformità tra alcuni stati dell’ex Unione Sovietica.

EuroAsEc è una realtà economica che racchiude alcuni stati post-sovietici appartenenti alla Comunità degli Stati Indipendenti, tra gli obiettivi dell’EuroAsEc ci sono l’attuazione dell’Unione Doganale e di un mercato comune. Partecipano effettivamente all’Unione Doganale ed al sistema uniformato della conformità: la Federazione Russa, Kazakistan e Bielorussia.

Nella logica del mercato comune i tre paesi hanno uniformato i requisiti in materia di sicurezza alimentare approvando i seguenti regolamenti tecnici:

  • TP TC 015/2011 sulla sicurezza del grano,
  • TP TC 021/2011 sulla sicurezza dei prodotti alimentari,
  • TP TC 022/2011 sulla marcatura dei prodotti alimentari,
  • TP TC 023/2011 per succhi di frutta e verdura,
  • TP TC 024/2011 per prodotti ottenuti da oli e grassi animali e vegetali,
  • TP TC 027/2012 sugli alimenti dietetici, tra cui alimenti dietetici destinati a fini medici speciali,
  • TP TC  029/2012 sulla sicurezza degli additivi alimentari, aromatizzanti e coadiuvanti tecnologici,

che definiscono requisiti igienici, sanitari, epidemiologici, veterinari e qualitativi dei prodotti alimentari in maniera similare con quanto fatto dall’Europa con le Direttive Europee.

Uno dei più importanti Regolamenti Tecnici dell’area alimentare e il TP TC 021/2011 sulla sicurezza dei prodotti alimentari in quanto contiene molte delle prescrizioni applicabili alla produzione di alimenti.

Il regolamento TP TC 021/2011 è in vigore dal 1 luglio 2013 si pone come obiettivi:

  • la protezione della vita umana,
  • la tutela del consumatore,
  • la protezione dell’ambiente,

ed ha come oggetto gli alimenti, la loro produzione, conservazione e trasporto, diversamente non si applica alle produzioni domestiche.

Il regolamento definisce le regole per la circolazione degli alimenti sul mercato dell’Unione Doganale definendo che sono ammessi esclusivamente i prodotti che:

  • soddisfano i requisiti del regolamento tecnico nonché di quelli applicabili per gli specifici prodotti,
  • hanno superato il procedimento di verifica della conformità e riportano il marchio di conformità,
  • riportano informazioni relative alla tracciabilità del prodotto.

Mentre non possono entrare sul mercato i prodotti che non soddisfano i Regolamenti Tecnici o che sono scaduti.

Il Regolamento impone che i prodotti presenti nel mercato, nel loro periodo di validità e utilizzati secondo le modalità previste dal produttore, devono essere sicuri.

In tal senso il Regolamento include, suddivisi per famiglie di prodotto, dei limiti di accettabilità in termini elementi tossici, pesticidi, micotossine, antibiotici, radionuclidi che possono essere presenti negli alimenti.

Il Regolamento Tecnico introduce anche requisiti di processo e gestionali, quali l’applicazione di procedure basate sui principi HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Point).

La conferma della conformità ai requisiti dei Regolamenti Tecnici può essere, in funzione dei casi, dimostrata dai seguenti documenti:

  • Dichiarazione di conformità,
  • Registrazione statale di specialized food product,
  • Registrazione statale di nuove tipologie di prodotti,
  • Perizia veterinaria e sanitaria.

Dichiarazione di conformità TP TC (TR CU)

Sono documenti rilasciati dal dal rappresentante autorizzato o importatore che dichiarano la conformità del prodotto ai regolamenti  Tecnici dell’Unione Doganale, riportano i riferimenti ai prodotti, alle norme di prodotto, ai regolamenti, ai siti produttivi, ai protocolli di prova. 

Le dichiarazioni possono essere limitate ad un singolo contratto o di tipo con una durata che varia da uno a cinque anni.

Registrazione statale del sito produttivo (State registration of production facilities):

La registrazione viene richiesta nel caso di:

  • Macelli, laboratori e centri di trasformazione delle carni,
  • Produzione Latte e latticini,
  • Avicolo,
  • Ittico.

La richiesta deve essere rilasciata dalla Registration Authority accreditata per la registrazione dei siti produttivi Russa, Kazaka o Bielorussa.

La registrazione viene rilasciata in seguito ad una domanda ed un’ispezione sui siti produttivi. 

Etichettatura dei prodotti

L’etichettatura dei prodotti deve essere condotta in conformità al TP TC 022/2011 Labelling of Food Products il quale fornisce requisiti in merito a:

  • informazioni da riportare sul packaging,
  • nomi dei prodotti,
  • modalità per indicare le quantità,
  • le date e le shelf life,
  • Riferimenti dei siti produttivi, rappresentanti autorizzati e importatori,
  • Valori nutritivi,
  • Indicazione di utilizzo di alimenti GMO.

QSA può supportare la vostra società nell’ottenimento delle autorizzazioni e certificazioni necessarie per la vendita nel mercato dell'Unione Doganale, inoltre forniamo supporto tecnico metodologico per rendere conformi i prodotti alimentari.

Perchè scegliere QSA Certification

  • Garanzia del risultato
  • Trasparenza nei percorsi certificativi
  • Competenza ed esperienza
  • Approccio certificativo professionalee ed innovativo
  • Unico Interlocurore per tutte le attività di certificazione
  • Supporto nelle fasi di esportazione e per tutta la durata della certificazione

Valore aggiunto

  • Assistenza nella definizione degli aspetti tecnico normativi del contratto
  • Identificazione della normativa tecnica applicabile
  • Certificazione basata sulle esigenze del cliente
  • Interfaccia con le parti interessate: committente stero, dogane e trasportatori
  • Ispezioni condotte da valutatori italiani
  • Gestione aggiornamenti, scadenze e rinnovi dei certificati
  • Personale madrelingua
  • Operatività diretta nella Federazione Russa
comments powered by Disqus