Posted on May 8, 2019 by VTR

L’export di prodotti destinati alla cura del corpo ed alla bellezza si conferma un settore trainante della produzione Italiana.

I mercati dei paesi dell’ex Unione Sovietica, molti dei quali oggi appartengono all’Unione Economica Euroasiatica, sono grandi importatori di prodotti cosmetici, le ragioni vanno probabilmente ricercate in aspetti storico-culturali. Gli abitanti di questi paesi infatti ritengono estremamente importante la cura del corpo e della bellezza, soprattutto femminile. Inoltre il Made in Italy ha un forte appeal dovuto alla storia che lega l’Italia alla Russia.

I prodotti per la bellezza e cura del corpo, rientrano tra quelle categorie merceologiche per la cui l’esportazione verso i paesi dell'Unione Economica Euroasiatica (Federazione Russa, Bielorussia, Kazakistan, Armenia, Kirghizistan), è prevista una Dichiarazione di conformità di prodotto, supportata in alcuni casi da registrazione presso appositi organi di controllo.

Il percorso di conformità è obbligatorio sia ai fini doganali sia per la distribuzione sul mercato.

Lo scopo della valutazione della conformità è quello di garantire la salute delle persone ed il rispetto dell’ambiente, nonché proteggere il consumatore contro informazioni ingannevoli. Il marchio di conformità EAC sul prodotto attesta il completamento positivo dell’iter di valutazione.

Il Regolamento Tecnico TR CU 009
Nel corso del 2012 è entrato in vigore il Regolamento Tecnico TR CU 009 per la sicurezza dei prodotti di profumeria e cosmesi. Il regolamento ha permesso di armonizzare i requisiti in materia di prodotti cosmetici tra i paesi membri dell'Unione Economica Euroasiatica e al contempo avvicinarsi all’approccio europeo.

La struttura del Regolamento Tecnico e il suo contenuto è molto vicino alla Direttiva Europea 76/768/CEE quindi al Regolamento Europeo 1223/2009. La definizione di cosmetici e gli elenchi di ingredienti regolamentati sono quasi identici. Nel testo si trova una definizione di nano materiali, che è molto simile a quella che si trova nel regolamento europeo quindi si menziona per la prima volta il termine GMP (Good Manufacturing Practice).

Il Regolamento contiene elenchi contenenti le sostanze:

  • vietate nei cosmetici,
  • che possono essere presenti solo a determinate condizioni,
  • che possono essere utilizzate in cosmetica come agente conservante.

Il testo disciplina, inoltre, anche il valore del PoH dei prodotti, aspetti legati alla microbiologia e vari altri aspetti non specificati nella nostra direttiva europea 76/768 o nel regolamento CE N. 1223/ 2009.

Le normative GOST nazionali normano aspetti legati alle metodologie di prova ed allo svolgimento delle prove di laboratorio.

Dichiarazione di conformità EAC
La valutazione di conformità dei prodotti cosmetici e per la cura della persona prevede tipicamente la registrazione di un'attestazione denominata "Dichiarazione di conformità" la successiva applicazione del marchio di conformità EAC.

La dichiarazione di conformità è il risultato della costituzione e presentazione di un fascicolo tecnico composto da:

  • Schede prodotto,
  • Formula quali-quantitativa,
  • Prove di laboratorio di terza parte accreditato in ambito EAC,
  • Etichette e confezioni del prodotto,
  • Se necessario bugiardino,
  • Informazioni legate al modello produttivo ed origine.

Per alcuni prodotti, oltre alla Dichiarazione di Conformità EAC, è necessaria una attestazione integrativa, la Registrazione Statale dell'Unione doganale rilasciata da parte di Rospotrebnadzor (Russian Federal Service for Surveillance on Consumer Rights Protection and Human Wellbeing).

Sono soggetti a tale registrazione:

  • Profumi e prodotti di bellezza per lo sbiancamento (schiarimento) della pelle
  • Tatuaggio cosmetico
  • Prodotti per l’igiene intima
  • Fattori di protezione solare
  • Cura del bambino
  • Prodotti per la colorazione chimica, per schiarire e illuminare i capelli
  • Prodotti per stiratura chimica
  • Prodotti cosmetici realizzati con nano materiali
  • Prodotti per la depilazione
  • Peeling
  • Igiene orale con fluoro
  • Prodotti per sbiancare i denti

I prodotti cosmetici per il quale il produttore dichiara proprietà curative o la presenza di principi fortemente attivi (cosmeceutici o integratori), sono sempre soggetti all’approvazione da parte del Servizio Federale per la Supervisione della Salute (Roszdravnadzor), nonché all’inserimento nel registro delle aziende e dei prodotti approvati per l'uso medico.

La marcatura di prodotti di profumeria e cosmetici avviene fornendo informazioni al consumatore, sotto forma di iscrizioni, codici digitali, colori e simboli grafici sulla confezione, e sull’etichettatura. L’elenco degli ingredienti può essere presentato sia nelle lingue dei paesi membri di Unione Doganale, che in conformità con la nomenclatura mondiale degli ingredienti cosmetici (lNCI), utilizzando l'alfabeto latino.

Servizi QSA:

I nostri servizi per i mercati della Federazione Russa e della Comunità Euroasiatica.

Testing: Prove di laboratorio per la pre-qualifica e l'ottenimento dei certificati di conformità

Certificati EAC: Supporto per l'ottenimento delle attestazioni di conformità TR CU 009 e Registrazione Statale

Rappresentanza EAC: Servizi di rappresentanza del produttore nel mercato EAC

Linee Guida: Pubblicazione di linee guida per la conformità dei prodotti per la Supply Chain

Etichettatura: Predisposizione e validazione sistema di etichettatura del prodotto

Supporto tecnico: Supporto tecnico metodologico nella gestione delle certificazioni

Software qualityelements: Sistema per la qualifica dei fornitori, il monitoraggio delle performance e la comunicazione delle non conformità

comments powered by Disqus