Posted on May 8, 2017 by GB

Qualche mese fa era un mix di speranze, sussulti e segnali affioranti, ma con la campagna vendite per l’autunno-inverno 2017-2018, la ripartenza del mercato russo è diventata una realtà per la moda junior italiana ( fonte Il Sole 24 Ore 20 Apr. 2017 ).

I produttori italiani oggi coprono il 45,9 % delle importazioni EAC davanti a Germania (24,9% ), Spagna ( 15,3 % ) e Francia ( 5,4% ) dove il segmento “Junior” ha assunto una posizione di tutta rilevanza.

Il trend positivo delle esportazioni italiane è confermato dai risultati dell’analisi da noi condotta, sul numero e sulla tipologia di certificati emessi a nome di aziende italiane tanto che nel periodo Luglio 2016 / Febbraio 2017 sono stati registrati 996 nuovi certificati di prodotto nel settore abbigliamento ( Adulto e Bambino ) ai quali se ne aggiungono altri 341 relativi ad accessori.

Numeri che risultano del 20,8 % superiori a quelli dello stesso periodo dell’anno precedente confermando il trend positivo della domanda e la fiducia delle imprese verso questo mercato.

Il mercato EAC ( Federazione Russa, Bielorussia e Kazakistan, Armenia, Kirghizistan) ha fissato da diversi anni gli standard di prodotto, sia ai fini dell’importazione che della libera circolazione sui mercati e della vendita, attraverso una una serie di documenti (Regolamenti Tecnici e Leggi) che si basano sulla classificazione HS (Codici Doganali Armonizzati) anche se con riferimenti e modalità diverse da quelle in essere nell’UE.

Normativa che nei suoi contenuti fissa le caratteristiche dei materiali ammessi per il confezionamento dei capi, sia per fasce di età che per tipologia di contatto (1°, 2° e 3° strato) e che devono essere confermati da test specifici sui materiali presso laboratori accreditati in ambito EAC.
Risulta di particolare interesse, l’opportunità per le aziende produttrici, di completare l’iter di Attestazione / Certificazione attraverso 9 diverse procedure in funzione delle caratteristiche del prodotto e dell’impresa, con possibilità di estendere la validità delle attestazioni dei prodotti standardizzati a 5 anni.

Servizi QSA per tessile bambino:

I nostri servizi per il segmento tessile bambino per i mercati della Federazione Russa e della Comunità Euroasiatica.

Testing: Prove di laboratorio per la pre-qualifica e l'ottenimento dei certificati di conformità

Certificati EAC: Supporto per l'ottenimento delle attestazioni di conformità

Rappresentanza EAC: Servizi di rappresentanza del produttore nel mercato EAC

Linee Guida: Pubblicazione di linee guida sulla conformità dei prodotti tessili per la Supply Chain

Etichettatura: Predisposizione e validazione sistema di etichettatura del prodotto

Supporto tecnico: Supporto tecnico metodologico nella gestione delle certificazioni

Software qualityelements: Sistema per la qualifica dei fornitori, il monitoraggio delle performance e la comunicazione delle non conformità

comments powered by Disqus